ACQUA ENERGIA GIUSTIZIA: 4 SI’ CONVINTI

Voterò SI’ per abrogare (cancellare) le leggi volute dal governo in tema di acqua energia e giustizia.

 

 

SI’ per cancellare l’affidamento ai privati della gestione degli acquedotti. SI’ perché l’acqua è un bene primario e di tutti. SI’ perché la sua gestione non può essere affidata al mercato e alla logica del profitto ma deve restare pubblica. SCHEDA ROSSA  e SCHEDA GIALLA

SI’ per impedire la costruzione di centrali nucleari e perché il fabbisogno energetico nazionale va garantito investendo nelle fonti alternative più sicure e sostenibili dall’ambiente. Il ricorso al nucleare presenta invece “rischi” insopportabili per l’umanità perché gli incidenti e le scorie radioattive producono effetti permanenti sul genere umano. SCHEDA GRIGIA

SI’ per cancellare la vergogna della leggi ad personam. SI’, perché il “legittimo impedimento” è solo l’ennesima trovata per sottrarre alla legge il Presidente del Consiglio e i suoi ministri.  SI’, perché tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge e non c’è cariche pubblica che possa rendere qualcuno “più uguale degli altri” soprattutto quando si tratta di indagini e processi per reati c omuni! SCHEDA VERDE

REFERENDUM 12-13 giugno

si vota dalle 8 alle 22 di domenica  e dalle 7 alle 15 di lunedì

 

 

 


Precedente IL RICORDO DI ENRICO BERLINGUER Successivo SEL NON PARTECIPA ALLA GUERRA PER BANDE!